BCC Felsinea presenta il Bilancio di Sostenibilità 2020

Ottimi dati di bilancio e indicatori economici, che fanno di BCC Felsinea una banca solida ed efficiente.

Sostegno al territorio: 148mila euro per l’emergenza Coronavirus, 330mila a supporto delle comunità locali, 185mila destinati al Terzo Settore.

Politica Ambientale: dimezzate le emissioni di CO2, avviato il percorso per diventare Carbon Neutral, ridotto l’uso di carta e plastica, in fase di rinnovo il parco macchine.

09 luglio 2021
Novità |  Privati |  Imprese |  Soci |  Territorio | 

COMUNICATO STAMPA

Più sostegno al territorio e alla comunità, più trasparenza, più attenzione verso la base sociale, la clientela e l’ambiente. Su questi principi si basa il percorso di BCC Felsinea per rafforzare, anno dopo anno, la propria sostenibilità, i cui progressi sono rendicontati nel Bilancio di Sostenibilità 2020: un documento articolato - che guarda agli Obiettivi ONU 2030 e agli indicatori del GRI Standard - presentato ieri nel corso di un evento che è stato l’occasione per condividere con gli stakeholders quanto fatto, i risultati raggiunti e le nuove sfide, ma anche per intavolare il dibattito “Bi-Sogni del territorio. La Banca e la prospettiva Sostenibile” con alcuni importanti attori locali del mondo imprenditoriale, universitario e del Terzo Settore. Presenti Marco Marcatili e Boris Popov di Nomisma (la società di consulenza che ha supportato BCC Felsinea nella redazione del Bilancio di Sostenibilità 2020); Marco Palmieri, CEO di Piquadro; Nicoletta Maffini, Direttrice Generale di CONAPI; Giuseppe Torluccio, professore dell’Università di Bologna e Vice Presidente della Fondazione Grameen Italia; Alessandro Arcidiacono, Presidente dell’associazione Bimbo Tu.

BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2020
Tre gli ambiti di sostenibilità presi in esame: economico, sociale e ambientale.

Ottimi i dati di bilancio e i principali indicatori, che fanno di BCC Felsinea una banca in forte crescita, solida, efficiente e cooperativa, e che la collocano tra le prime del Gruppo bancario Cassa Centrale per solidità, qualità dell’attivo e modello di business: oltre 2 miliardi di masse intermediate, un patrimonio netto che supera i 103 milioni di euro e un CET1 Ratio al 20,63% (+4,19% rispetto al 2019). “Dati - evidenzia il Direttore Generale Andrea Alpi - che dimostrano la capacità di BCC Felsinea di generare valore nel tempo per i propri Soci, clienti, collaboratori e per la comunità di riferimento.”

Andrea Rizzoli, Presidente BCC Felsinea: “Il lungo periodo pandemico che ci stiamo lasciando alle spalle ha avuto forti ripercussioni sull’economia e sugli equilibri sociali, modificando gli stili di vita, le abitudini di consumo, l’organizzazione del lavoro, i modelli di business, le scelte di politica economica e l’andamento dei mercati finanziari, ma soprattutto ha aumentato l’attenzione sulle tematiche ambientali e legate alla salute. Il denominatore che ha accomunato tutti questi cambiamenti è stato la ricerca del bene comune.”

Nel corso del 2020, BCC Felsinea ha intensificato il sostegno garantito alle comunità locali con importanti interventi di carattere benefico e sociale. Le risorse stanziate a supporto della gestione dell’emergenza Covid-19 sono ammontate a 148mila euro. Le erogazioni a favore della comunità sono state pari a 330mila euro, ridistribuiti fra: attività socio-assistenziali; promozione del territorio e delle realtà economiche; cultura, formazione e ricerca; sport, tempo libero e aggregazione. Al Terzo Settore sono invece andati 185mila euro. “Per il 2021 il Consiglio di Amministrazione ha proposto di destinare all’apposito Fondo di beneficenza e mutualità l’8,2% degli utili di esercizio 2020, ovvero 250.000 euro” sottolinea il Direttore Generale Andrea Alpi.

Grande attenzione è rivolta alla clientela (in crescita del 4% rispetto al 2019) e alla base sociale, che nel 2020 è aumentata del 2% arrivando a oltre 11.500. Tante le convenzioni, i prodotti, i servizi e le agevolazioni riservati ai Soci che, attraverso i Comitati Locali, sono parte attiva nella vita di BCC Felsinea, contribuendo a promuoverne la crescita responsabile e sostenibile nei 53 Comuni di competenza dislocati fra Emilia-Romagna e Toscana. Novità del 2020 è la nascita del Laboratorio Giovani Soci che, composto da ragazzi e ragazze under 35, intende promuovere la partecipazione della compagine sociale più giovane alla vita della banca.

Per quanto concerne la sostenibilità ambientale, BCC Felsinea ha adottato nel 2019 un Protocollo di Sostenibilitàad integrazione della Politica Ambientale del Gruppo Cassa Centrale. In particolare, in BCC Felsinea il 100% dell’elettricità e dell’energia termica proviene da fonti rinnovabili (nel 2020 le emissioni in atmosfera di CO2 si sono dimezzate); si sono adottate misure per ridurre lo spreco della carta e l’utilizzo della plastica; si sta provvedendo alla graduale sostituzione del parco macchine aziendale con auto elettriche o ibride e si sta promuovendo una diminuzione degli spostamenti grazie al potenziamento degli strumenti di comunicazione virtuale; infine, nel corso del 2020 è stato avviato il percorso per diventare Carbon Neutral.

“Redigere il Bilancio di Sostenibilità ha rappresentato non solo la doverosa stesura di un documento tecnico di rendicontazione e trasparenza rivolto agli stakeholders ma è stato altresì un importante momento di analisi e riflessione, per guardare al passato in un’ottica costruttiva e farlo diventare punto di partenza per pianificare l’oggi affinché ogni azione futura sia condotta nel rispetto di quei valori e di quel codice etico che sono racchiusi nell’articolo 2 del nostro Statuto sociale e che ci fanno agire, da sempre, nell’interesse dei nostri territori e della comunità” conclude il Presidente Andrea Rizzoli.

IL DIBATTITO “BI-SOGNI DEL TERRITORIO”
Nel dialogo “Bi-Sogni del territorio. La Banca e la prospettiva Sostenibile” si è fatto il punto su:

  • Sostenibilità d’impresa | Focus sullimportanza per un’azienda - soprattutto per quelle con un forte radicamento territoriale come Piquadro e BCC Felsinea -di indirizzare una parte delle risorse e delle azioni verso una gestione efficace dell’impatto che hanno a livello sociale e ambientale. Se ne è parlato con Marco Palmieri, CEO di Piquadro SpA
  • Parità di genere | L’esperienza di CONAPI (premiata recentemente nell'ambito della campagna Close the Gap di Coop Italia per la leadership femminile molto presente in azienda) e quella di BCC Felsinea (il Gruppo Cassa Centrale - di cui BCC Felsinea fa parte -, Federcasse e altri istituti di credito hanno firmato una Dichiarazione congiunta per la promozione della parità di genere e contro le discriminazioni, le molestie e le violenze sui luoghi di lavoro). Se ne è parlato con Nicoletta Maffini, Direttrice Generale di CONAPI.
  • Le banche e la sostenibilità | Come si stanno muovendo gli istituti di credito in questo senso e come si differenziano le azioni delle Banche di Credito Cooperativo da quelle delle grandi banche. Se ne è parlato con Giuseppe Torluccio, Professore Unibo e Vice Presidente della Fondazione Grameen Italia.
  • Il ruolo chiave del Terzo Settore | Durante le fasi più critiche della pandemia da Covid-19, il mondo dell’associazionismo e del volontariato ha dimostrato a gran voce la sua fondamentale utilità sociale. Se ne è parlato con Alessandro Arcidiacono, Presidente di Bimbo Tu APS.