Bologna Green Tour, un progetto che unisce bici, cibo, cultura e territorio

Vacanze, Coldiretti Bologna: Covid spinge svolta green di 1 italiano su 4.

04 agosto 2021
Novità |  Territorio | 

COMUNICATO STAMPA

La pandemia ha avvicinato ulteriormente i consumatori all’agricoltura e agli acquisti direttamente dai produttori e dunque ha spinto la svolta green nei comportamenti degli italiani con più di un abitante del Belpaese su quattro (27%) che adotta comportamenti o acquista più prodotti sostenibili o ecofriendly rispetto a prima del Covid. È quanto afferma Coldiretti Bologna in occasione del lancio di Bologna Green Tour, il progetto grazie al quale le bellezze e i tesori nascosti della nostra campagna quest’estate saranno a portata di bicicletta e smartphone, grazie all’iniziativa di Coldiretti Bologna, Campagna Amica e Terranostra, in collaborazione con FIAB Bologna.

Bologna Green Tour prevede la possibilità di accedere a una mappa tematica attraverso un codice QR e il sito www.bolognagreentour.it. Da qui sarà possibile individuare itinerari ciclabili sicuri, adatti anche a famiglie, ricchi di fascino perché immersi nella campagna e nelle bellezze storico-architettoniche delle quali il nostro territorio è particolarmente ricco. I singoli percorsi tematici, mappati e geolocalizzati da Boreal Mapping, che si occupa della realizzazione di carte escursionistiche in formato cartaceo e digitali, e FIAB Bologna (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), riportano la presenza di agriturismi per momenti di ristoro all’insegna della vera cucina contadina e indicano anche le aziende della rete Campagna Amica presenti lungo il tracciato nelle quali è possibile fare tappa.

Dall’acquisto di prodotti a minor impatto ambientale al taglio degli sprechi, dall’interesse per le energie rinnovabili al riciclo, dalla sharing economy alla mobilità più sostenibile, sono molti – sottolinea Coldiretti Bologna – i segnali che indicano una crescente attenzione alla riduzione del consumo delle risorse del pianeta. Gli italiani sono protagonisti di una vera e propria svolta green nei comportamenti favorita anche dall’emergenza Covid.

“Le vacanze in agriturismo – ha detto la Presidente di Coldiretti Bologna, Valentina Borghi – sono un modo sempre più apprezzato di unire il relax a un approccio alle ferie green e sostenibile. Sono sempre di più gli italiani e gli stranieri che scelgono le nostre campagne per scoprire le bellezze della nostra terra e i piaceri enogastronomici che solo la nostra biodiversità è in grado di offrire. Inoltre, l’acquisto di prodotti tipici come ricordo delle vacanze è una tendenza in continua crescita, se si considera che l’estate tre turisti su quattro (75%) in vacanza nel Belpaese – continua la Borghi –  hanno deciso di visitare frantoi, cantine, aziende, agriturismi o mercati degli agricoltori per acquistare prodotti locali a chilometro zero direttamente dai produttori e ottimizzare il rapporto prezzo/qualità. E il 49% dei turisti ha scelto come souvenir delle sue vacanze un prodotto tipico del territorio.”

“Il territorio in cui opera il nostro istituto di credito – ha detto Andrea Rizzoli, Presidente di BCC Felsinea, partner dell’iniziativa –, da quello di pianura a quello dell’Appennino, è fortemente improntato all’agricoltura. Queste aree sono terre d’origine di alcune delle eccellenze enogastronomiche del nostro Paese e riscoprirle attraverso una forma di turismo ecosostenibile è il modo migliore per far conoscere le nostre produzioni tipiche e al contempo dare nuovo slancio all’economia locale. Valorizzazione del territorio e rispetto per l’ambiente sono alla base del progetto Bologna Green Tour ma sono anche due valori cardine di BCC Felsinea: per questo abbiamo sostenuto Coldiretti Bologna nella realizzazione della sua importante iniziativa di promozione delle nostre ricchezze.”

“La nostra banca – ha detto Luigi Cimatti, Presidente di BCC della Romagna Occidentale – ha scelto di dare il suo supporto all’iniziativa di Coldiretti Bologna perché la ripartenza di un territorio pieno di tradizioni e tipicità come il nostro non può che trarre nuova linfa dalle sue ricchezze uniche al mondo. Siamo orgogliosi di partecipare a questo processo.”