BCC Felsinea aderisce a “M’illumino di meno”

L’11 marzo - per la Giornata del risparmio energetico promossa dalla trasmissione di Rai Radio2 Caterpillar con Rai per il Sociale - e per i due giorni successivi BCC Felsinea spegne tutte le insegne.

Andrea Alpi, Direttore Generale della banca: “Quest’anno, l’adesione a M’illumino di meno assume anche un carattere simbolico e solidaristico alla luce di quanto sta accadendo in Ucraina.”

09 marzo 2022
Novità |  Territorio | 

COMUNICATO STAMPA

 

Lo spegnimento delle insegne di BCC Felsinea nelle giornate 11, 12 e 13 marzo è solo l’ultima iniziativa, in ordine di tempo, per sensibilizzare sui temi ambientali e sull’importanza di passare all’azione. Risale, infatti, al 2019 l’avvio del progetto Felsinea per l’Ambiente che - attraverso un Protocollo e un Decalogo di Sostenibilità che integrano la Politica Ambientale adottata dal Gruppo Cassa Centrale Banca cui BCC Felsinea appartiene - delinea i comportamenti da rispettare internamente in materia di gestione dei rifiuti, scelta dei fornitori, risparmio energetico, consumo di acqua, carta e plastica, mobilità aziendale. “Questa strategia ci ha permesso di dimezzare le nostre emissioni di CO2 nell’atmosfera” evidenzia Andrea Alpi, Direttore Generale di BCC Felsinea.

 

La partecipazione di BCC Felsinea con lo spegnimento delle sue insegne rientra nell’adesione nazionale di tutto il Credito Cooperativo a M’illumino di meno. Un’adesione che anche quest’anno - con lo slogan Con il BancaBosco le BCC rinverdiscono il futuro - intende valorizzare l’impegno concreto delle Banche di Credito Cooperativo per favorire una transizione ecologica partecipata e inclusiva secondo la logica della sostenibilità integrale. “Le BCC si distinguono dalle altre banche per la scelta di costruire il bene comune incoraggiando la crescita responsabile e sostenibile del territorio” sottolinea il Direttore Generale di BCC Felsinea, che aggiunge: “Il conflitto in corso in Europa sta causando inimmaginabili conseguenze in termini sociali e ambientali. L’adesione a M’illumino di meno diventa quindi anche occasione per esprimere la nostra solidarietà al popolo ucraino con l’auspicio che si riaffermino quanto prima i principi di libertà e democrazia.”

Documenti scaricabili